Gabriel è uno sbirro fatto e finito. Sarcastico, sempre stanco, trascura la moglie e ha un rapporto complesso con il padre.


Kasia è una prostituta orgogliosa, ruvida, che non ama chiedere niente a nessuno e vuole farsi giustizia da sola mentre cerca la verità su sua madre.


I due si incontrano e si scontrano, finendo per collaborare sullo sfondo cupo e violento di Pruszków, capitale della mafia polacca negli anni '90 e ancora piena di scheletri nell'armadio.



Diritti per l'Italia disponibili Richiedi informazioni

Selling points

  • Serialità

    Il primo capitolo di una trilogia dai grandi sviluppi e dal grande successo di pubblico.

  • Sfondi inattesi

    La provincia polacca, storie di mafia sepolte e una nuova identità borghese e suburbana da difendere.

  • Passo a due

    Una doppia narrazione uomo-donna che riporta alla mente la trilogia di Millennium.

Cosa ne ha detto la stampa

Shegielski fa salire la pressione. Non sono nell’aorta il sangue inizia a scorrere più veloce. La ben congegnata storia laterale di Kasia, una prostituta decisa e con le idee chiare, si unisce al racconto dell’indagine principale. E viene fuori che c’è più grinta in questa donna che nelle forze dell’ordine quando c’è da affrontare un nemico decisamente potente.

Jarosław Czechowicz Krytycznym okiem

Un terribile omicidio, un intrigo poliziesco misterioso, una trama cupa e coinvolgente e un detective testardo e brillante. Shegielski ha scritto un noir così denso, ben pensato e maturo che è quasi incredibile pensare che Aorta sia il suo romanzo di esordio.

Maria Olecha Lisiecka Dziennik Zachodni