I 10 libri più venduti in Polonia nel 2018

Le classifiche dei libri più venduti non sempre riflettono lo specchio di una comunità di lettori, ma sono pur sempre una buona bussola per orientarsi su un mercato straniero o per capire cosa succede nel proprio. E poi per lettori e autori è una piccola curiosità inconfessabile della quale difficilmente si riesce a fare a meno.

La Polonia storicamente si distingue per essere un Paese dove la narrativa non è dominante come da noi, dove la ricerca di verità spinge molti lettori verso la non-fiction e quella di bellezza non esclude una cosa assai in ritirata nelle preferenze nostrane come la poesia.

A partire dalla top-100 dei libri più venduti dalla catena di librerie Empik, quali sono

i dieci libri più venduti in Polonia nel 2018.

  1. Tatuażysta z Auschwitz, Heather Morris, ed. Marginesy
    Best-seller anche in Italia con il titolo Il tatuatore di Auschwitz (Garzanti, 2018), il libro dell’autrice neozelandese ha conquistato i lettori polacchi con una storia di dolore e dignità sullo sfondo di una pagina di dolore che la Polonia ha, suo malgrado, ospitato.
  2. A ja żem jej powiedziała…, Katarzyna Nosowska, ed. Wielka Litera.
    Primo libro polacco in classifica, un successo di pubblico e critica per una personalità famosissima in Polonia (la Nosowska è stata per 25 anni la voce del gruppo rock Hey) che ha scritto questo romanzo/memoir dove parla di cose quotidiane dando loro un senso collettivo. Un libro a cui non mancano leggerezza e autoironia.
  3. SEXED.PL, Anja Rubik, ed. W.A.B.
    Top-model di fama mondiale, Anja Rubik ha deciso a un certo punto di lanciare una campagna social di educazione sessuale rivolta ai più giovani, domande che la modella ha posto a medici ed esperti. Il risultato di quella campagna è confluito in questo libro dove si risponde con onestà e chiarezza alle domande degli adolescenti sul sesso. Da come prepararsi al primo rapporto a quali sono i migliori metodi anticoncezionali, da cosa vuol dire rapporto consensuale a cosa sia il sexting. Un manuale fondamentale e apprezzato.
  4. 365 dni, Anna Lipińska, ed. Edipresse.
    Due coppie di giovani polacchi decidono di passare le vacanze in Sicilia, ma già dal secondo giorno la loro vacanza è rovinata. Una delle ragazze, Laura, viene rapita. E il rapitore è un giovane rampollo di famiglia mafiosa, l’affascinante don Massimo Torricelli. L’uomo, che ha visto la morte in faccia più di una volta, vede in Laura un segno. Sono suoi gli occhi che ha visto in punto di morte. E decide di averla. 365 giorni sono il tempo limite che Massimo dà a Laura perché si innamori e decida di restare con lui. In Polonia, lo hanno definito “un incrocio tra Il Padrino e 50 sfumature di grigio”.
  5. Kuba Wojewódzki. Nieautoryzowana autobiografia, Kuba Wojewódzki, ed. Wielka Litera.
    Già il titolo che recita “Autobiografia non autorizzata” definisce molto questo libro. L’autore è un personaggio pubblico decisamente noto in Polonia, giornalista, showman, volto della tv commerciale TVN e firma del popolarissimo settimanale Polityka. La sua autobiografia ironica, sfacciata e a caccia di polemica ha conquistato i suoi fan e probabilmente anche chi non lo ama affatto.

  6. Na skraju załamania, B.A. Paris, ed. Albatros.
    Best-seller anche in Italia con il titolo di La moglie imperfetta (Nord, 2018), questo thriller psicologico basato su rapporti di coppia, identità fragili e senso di colpa ha conquistato i polacchi. “Se non puoi fidarti nemmeno di te stesso, di chi ti puoi fidare allora?”.
  7. Nieodnaleziona, Remigiusz Mróz, ed. Filia.
    L’ultimo libro del più prolifico autore polacco vivente (autore di più di trenta romanzi in sei anni). Primo romanzo di una nuova serie thriller basata sulla figura di Damian Werner, un uomo che prova a fare i conti con il proprio passato.
  8. Ten dzień, Anna Lipińska, ed. Edipress.
    Il sequel di 365 dni trovato in quarta posizione. Laura in questo episodio affronta le difficoltà che la vita le pone davanti come moglie di un boss mafioso. Sospetto, misteri, e tentativi di rapimento assieme alla solita passione.
  9. Kajko i kokosz. Szkoła latania, Janusz Chrysta, ed. Egmont.
    Kajko e Kokosz sono due guerrieri slavi che vivono e servono alla corte di un castellano che hanno il dovere di difendere da altri guerrieri. Delle storie che ricordano, per stile e disegno, quelle di Asterix e Obelix e che sono un elemento di cult nella storia del fumetto polacco. L’autore, Janusz Chrysta, è scomparso nel 2008 e si tratta di nuove edizioni di storie diventate classiche. Che, evidentemente, il pubblico apprezza.
  10. Dieta warzywno-owocowa dr Ewy Dąbrowskiej. Przepisy, Ewa Dąbrowska, ed. WAM.
    Non poteva mancare in classifica un ricettario, in particolare questo firmato da una nutrizionista che propone una serie di ricette vegetariane per salute e benessere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *