Bartosz Szczygielski

Ci ha messo un po’ prima di esordire, passando per una sequela di lavori inappaganti, vocazioni a metà e idee poco chiare. Poi quando finalmente l’ha fatto, Bartosz

Bartosz Szczygielski

(Photo by Kuba Celej)

Szczygielski ha colpito nel segno mandando in stampa uno dei migliori esordi degli ultimi anni. Ha preso la sua città, Pruszków, un sobborgo di Varsavia per metà fatto di appartamenti lussuosi e per metà di strade fangose e una storia di mafia lunga tutti gli anni ‘90, e ci ha costruito attorno un thriller mozzafiato che ha conquistato i lettori e gli addetti ai lavori. Aorta, questo il titolo del suo primo romanzo, è diventato un piccolo libro di culto che ha proiettato l’autore tra i più apprezzati esponenti del genere e ha aperto la strada a una trilogia, tutta dedicata a Pruszków e al suo passato torbido e intessuta attorno a due protagonisti: il commissario Gabriel Byś che sotto la scorza da bad boy nasconde paure e ferite profonde, e la prostituta Kasia che seguendo la sua personale morale combatte la sua battaglia di liberazione.

Szczygielski ha stupito tutti dall’inizio, presentandosi da esordiente eppure con una capacità di scrittura da veterano. L’abilità con cui manovra le leve tradizionali del giallo, unita a un talento straordinario nel costruire le scene con intriganti passaggi cinematografico rendono il suo stile subito riconoscibile. Ideale per gli amanti del thriller in cerca di ambientazioni originali e stile innovativo.

I romanzi di Bartosz Szczygielski sono pubblicati in Polonia da W.A.B. e rappresentati in Italia da Nova Books Agency.

Elenco dei titoli disponibili:

Aorta (romanzo, 2016); – estratto in italiano disponibile.

Sangue (romanzo, 2017);

Cuore (romanzo, 2018);

***

Leggi l’intervista a Bartosz Szczygielski