fbpx

Il terzo passo

THRILLER PSICOLOGICO– 2020 –400 pp.

Autore: Bartosz Shegielski

Titolo originale: Krok trzeci

Presentazione

Magda ha una vita perfetta, un lavoro che ama, un marito presente e uno splendido appartamento. Una perfezione così limpida da essere sospetta.

Fattori di vendita

  • Dall’acclamato autore di una delle serie noir più riuscite degli ultimi anni.
  • Una storia intrisa in ogni pagina di tensione narrativa.
  • Lo schema del thriller al servizio di una storia originale e complessa.
  • Un immediato successo di pubblico e di critica.
  • L’opera di un autore giovane arrivato alla maturazione creativa.

Descrizione

La vita di Magda sembra uscita dalla brochure di un’agenzia immobiliare. Visita i suoi pazienti in uno studio elegante, frequenta le caffetterie alla moda, vive un matrimonio felice con Damian, un uomo benestante e che non le fa mancare niente, a partire da un appartamento impeccabile e moderno. Eppure qualcosa scricchiola, sotto questo velo di perfezione. Magda non si sente sicura del suo aspetto, ha paura che il marito la tradisca e soffre quando lui diventa troppo autoritario. Inoltre, i vuoti di memoria che la affliggono dai tempi di un vecchio incidente d’auto si fanno sempre più costanti e violenti. Fino al giorno di una litigata più grave del solito con Damian, dopo la quale Magda si risveglia sanguinante sul pavimento del bagno, non ricorda nulla e il marito non c’è.

D’istinto si rivolge a Nina, una vecchia amica del liceo che non vedeva da anni, che ha incontrato per caso il giorno prima e che rappresenta tutte le certezze che Magda desidererebbe avere. Guidata da Nina, Magda cerca di riavvolgere i fili di quello che le sta succedendo, di ritrovare Damian e la sua vita.

La ricerca però la porterà a scoprire tutt’altro, svelando un mondo in cui il suo lavoro non è il suo lavoro, il suo appartamento non è il suo appartamento, la sua vita non è la sua vita e Nina non è chi si immagina essere.

Con questo romanzo, Shegielski ha compiuto un passo in avanti nella sua capacità narrativa, raccontando un mondo borghese che si sgretola pagina dopo pagina sotto gli occhi della protagonista, trascinando il lettore in un’ansia claustrofobica che si allevia solo all’ultimo paragrafo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *