fbpx
Libri Polonia 2020

Libri – Novità del 2020 dalla Polonia

Libri Polonia 2020

Siamo andati a sbirciare dietro le quinte del teatro editoriale per scoprire quali interessanti uscite ci si aspettano per il 2020 dei libri in Polonia.

Il 2020 è appena iniziato, ma i motori dell’editoria sono già a pieno regime. In Polonia, tra uscite già annunciate e indiscrezioni, sono molte le proposte che potremo aspettarci di trovare in libreria (per i lettori e traduttori che sbirciano le cose polacche) e alle prossime fiere editoriali (per i professionisti dell’editoria in ascolto). Ci sono dentro autori di Nova Books Agency, grandi nomi, persino un Premio Nobel. Senza rischio di spoiler: sì, il Premio Nobel è Olga Tokarczuk. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa ci aspetta.

Bartosz Shegielski – Come l’autore stesso ci aveva raccontato in un’intervista esclusiva, ormai a giorni uscirà nelle librerie il quarto romanzo di Bartosz Shegielski: Trzeci krok (Il terzo passo). Si tratta del primo libro dell’autore dopo la chiusura della saga noir dedicata alle vicende del commissario Gabriel Bysia e della prostituta Kasia. Cambiano i personaggi, cambiano gli scenari, ma resta il gusto di Shegielski per le storie che guardano verso il fondo e rimestano nel dolore, senza paura di ravvivarlo, ma con il coraggio di raccontarlo. Niente più sbirri e puttane, ma il ruvido vecchio mondo di sempre, buio e senza compromessi.

Andrzej Stasiuk – Lo scrittore, viaggiatore e co-editore (la moglie Monika Sznajderman è il cuore e la testa di Wydawnictwo Czarne, il maggiore editore polacco di reportage) pare pronto a una nuova fatica editoriale nel 2020. È il ritorno di Stasiuk alla narrativa dopo l’ultima pubblicazione, datata 2018, che conteneva una raccolta di editoriali usciti perlopiù sul settimanale cattolico progressista Tygodnik Powszechny. L’autore, che in Italia abbiamo conosciuto grazie a titoli come Corvo Bianco (Bompiani, 2002, trad. di Laura Quercioli Mincer) o Il mondo dietro Dukla (Bompiani, 2010, trad. di Laura Quercioli Mincer e Alessandro Amenta), non ha svelato il titolo del nuovo romanzo, ma ha anticipato che sarà ambientato in un villaggio vicino al fiume Bug durante la seconda guerra mondiale.

Zyta Rudzka – L’autrice premiata con il premio Gdynia per Un rapido scambio di fuoco (rappresentato in Italia da Nova Books Agency) tornerà in libreria nel 2020 con un nuovo romanzo. Dopo il flusso malinconico e poetico di Roma Dąbrowska, costretta a ricordare con malinconia i vecchi amori, la figlia fuggita e l’infanzia in campagna, Zyta Rudzka non ha voluto svelare i dettagli del suo nuovo libro, ma avrebbe rivelato a margine di alcune presentazioni che il protagonista del suo prossimo romanzo sarà un uomo. Ed è già una piccola rivelazione per questa autrice, fino a oggi conosciuta come grande ritrattista di personaggi femminili. In ogni caso dovremo aspettare gli ultimi mesi del 2020 per avere il libro tra le mani.

Mariusz Szczygieł – Fresco della conquista del premio Nike con il reportage/memoir Nie ma, esperimento che incrocia narrativa, reportage e riflessioni filosofiche sul tema della perdita, Szczygieł ha già annunciato per maggio l’uscita di una guida personale per Praga, corredata dalle foto del collega e amico Filip Springer. Szczygieł è noto in patria e all’estero per essere un grande conoscitore del mondo ceco e della sua capitale. Ai cechi del resto, questo autore ha dedicato due fortunatissimi libri, entrambi usciti in Italia per Nottetempo, Gottland (2009) e Fatti il tuo paradiso (2012), entrambi tradotti da Marzena Borejczuk. Racconta Szczygieł che la fama di “esperto di repubblica Ceca” lo ha condannato a ricevere continue richieste di luoghi atipici di Praga da visitare da parte di colleghi, lettori e curiosi vari. Per questo, “per sfinimento” come ha detto lui stesso, si è deciso a questa pubblicazione.

Szczepan Twardoch – Uno degli autori più in voga del momento torna al romanzo dopo una pausa di un anno, il 2019, in cui ha dato alle stampe solo un diario/memoir dal titolo Jak nie zostałem poetą (Sul perché non sono diventato un poeta). Il prossimo libro di Twardoch, come i precedenti, sarà pubblicato da Wydawnictwo Literackie, l’editore più importante in Polonia per la narrativa, con cui Nova Books Agency ha l’onore di collaborare per il mercato italiano. Non ci sono ancora dettagli sui temi del nuovo romanzo di Twardoch dopo i successi esplosivi del trittico Morfina (Morfina), Król (Il re di Varsavia, presto nelle librerie italiane) e Królestwo (Il regno). I commentatori sono divisi tra chi si aspetta un totale cambio di scenario e chi immagina un quarto romanzo ambientato nella Varsavia degli anni Trenta e Quaranta che prima si prepara e poi vive l’occupazione nazista e la guerra.

Olga Tokarczuk – Ebbene sì. Sebbene i dettagli non siano stati svelati, l’autrice e l’editore Wydawnictwo Literackie hanno fatto trapelare che il prossimo libro dell’autrice premio Nobel per la letteratura 2018 uscirà il prossimo autunno. Da alcune interviste rilasciate nelle scorse settimane, sembra che al centro del nuovo romanzo ci saranno le relazioni familiari, e in particolare le sorti di una famiglia divisa tra Polonia e Ucraina. Viste le recriminazioni da parte di entrambi i Paesi per i tragici fatti avvenuti al confine durante la seconda guerra mondiale, si prospetta l’ennesimo caso letterario condito dalle polemiche politiche, come a Tokarczuk accade di sovente negli ultimi anni. I lettori italiani, nell’attesa, si consolino sapendo che presto potranno trovare in libreria la nuova edizione di Guida il tuo carro sulle ossa dei morti, in un’edizione Bompiani rivista da Barbara Delfino, e nel 2021 anche Księgi Jakubowe, a cui sempre Barbara Delfino sta lavorando proprio in questi mesi per Bompiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *