Paste – dalla rete la nuova scuola di scrittura pop

Alla scoperta del paste, lo stile delle storie surreali che gli under-30 in Polonia usano per fare letteratura.

Il riflesso istintivo di molti di noi di fronte a qualcosa scritto sul web e per il web è di un certo scetticismo. Scetticismo nei confronti della forma, del contenuto, del canale stesso. Di certo, solo con immensa fatica potremmo immaginare internet e le sue coordinate come strumento per fare letteratura. La distanza tra i libri seri e quello che si scrive in rete appare incolmabile. O forse no?

Poche settimane fa l’editore W.A.B., uno dei maggiori editori polacchi e da sempre in prima linea nel lanciare le tendenze letterarie, ha pubblicato il primo romanzo di un autore ufficialmente anonimo, noto solo con il suo nickname Malcolm XD. Per chiunque in Polonia abbia meno di trent’anni, Malcolm XD è riconoscibile più o meno come il Papa, è uno dei più famosi autori del grande fenomeno del paste.

Il paste, meno noto come copypaste, è un microgenere letterario nato da internet e affermatissimo in Polonia. Come il nome stesso suggerisce, nasce come una specie di moderno samizdat di testi scritti, anche e soprattutto, in forma anonima e fatti circolare incollandoli sui forum, sulle chat e poi anche sui social network. Il genere, nato nell’anarchia del web, non ha dei tratti fissi scelti per decreto ma ci sono alcune cose riconoscibili in ogni racconto paste diventato di culto.

  • Una storia partita dalla quotidianità ma raccontata in modo surreale. Almeno un dettaglio viene portato al parossismo e coinvolge la realtà circostante in modo irreparabile.
  • Il linguaggio libero, incontrollato, pieno di slang, emoticon, volgarità, non particolarmente attento all’ortografia.
  • Le vicende raccontate in forma lineare da un narratore unico che di solito è anche il protagonista e che le snocciola una dopo l’altra come una serie di aneddoti e battute.
  • Il protagonista che mediamente è un giovane sotto i vent’anni, un po’ asociale, che vive in provincia con una famiglia disfunzionale.

I paste sono insomma spesso e volentieri racconti dallo stile un po’ picaresco, che seguono le vicende sfortunate del protagonista che le vive e le racconta senza soffermarsi troppo su alcuni dettagli ma osservandone altri con grande attenzione e spirito di osservazione.

Malcolm XD, autore del romanzo Emigracja, è diventato il più famoso scrittore di paste in Polonia grazie al suo racconto Mój stary to fanatyk wędkarstwa (Mio padre è un fanatico della pesca), arrivato a una fama tale da avere ispirato una produzione cinematografica che lo ha messo su pellicola.

Oggi il paste, grazie alla fama di Malcolm XD e al coraggio di W.A.B., può sfondare il muro tra letteratura “seria” e scrittura su internet. Aspettiamo i risultati, ma l’apertura di credito verso una nuova generazione e un nuovo modo di raccontare la realtà è già di per sé rivoluzionaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *