Nathan torna a Tarnów per amore. O perlomeno è quello che racconta. Di certo, appena rimette piede in Polonia va dalla bella Rywka e la sposa. Intanto immagina business strampalati e mette su famiglia.

La piccola casa in cui abita con Rywka si riempie di bambini: Rudek, Salek, Hesio, Rena, Wela, Nusek. Sono una famiglia di ebrei polacchi agli inizi del Novecento. Sono gli Stramer.

Lontani dal ronzio del mondo, la storia passa sopra le loro teste e loro intanto vivono, soffrono, sbagliano, ridono e piangono, si innamorano e sognano. Senza la prospettiva della storia.

Łoziński compie un miracolo narrativo e regala un romanzo di vita a una generazione ricordata solo per la morte.

 


Diritti per l'Italia disponibili Richiedi informazioni

Selling points

  • The next big thing

    Nato nel 1980, vincitore del premio Paszport Polityka nel 2012, autore con Stramer del libro dell’anno 2019 per la rivista Magazyn Książki.

  • Già noto in Italia

    Il suo secondo romanzo, Libro, è uscito in Italia per Atmosphere libri nel 2015.

  • Sulla storia...

    Una storia originale e commovente che ribalta gli schemi narrativi sull’Olocausto.

Cosa ne ha detto la stampa

Łoziński è riuscito a scrivere un romanzo che non vorremmo concludere, per continuare a vivere nel mondo degli Stramer. È splendido chiudere un libro con la sensazione che la storia vada avanti. L’ho aspettato a lungo un libro così.

Justyna Sobolewska Polityka

I personaggi del romanzo e la loro città sono ritratti in modo così vivido che sembra che l’autore sia stato dotato del talento divino di viaggiare nel tempo. Łoziński ha ricostruito in modo magistrale un mondo che non esiste più. Stramer è una lettura obbligatoria.

Maria Fredro-Boniecka Vogue Polska